.
Annunci online

  Calibano [ TERMOVALORIZZATORE DI FOSSILI ONIRICI ]
         

   

                GLI EDITORIALI

       DEL CALIBANO

   (PIERGIORGIO WELBY)

Io amo la vita: la storia di Piero e Mina Welby - trailer

 

      

http://www.ibs.it/code/9788876153372/welby-piergiorgio

-lioce/ocean-terminal.html  - 15%

in e-book a € 7.49

Un vero regalo di Natale!  

               

 http://www.desistenzaterapeutica.it/


 

Welby Un atto di giustizia
Riccio Disinformazione medica e

vigliaccheria politica

  http://testamentobiologico.
ilcannocchiale.it/?r=151504

Riproduci   vivavoce230708
 

            

                  
       Radical italiani
     www.ignaziomarino.it

Il grande fratello 
dei falchi pellegrini e non solo


 

Album di Aria e Vento 2007


Vestivamo alla
marinara 2006
(copyright by Welby)

       
   
Sostieni il progetto di AMREF in SUD SUDAN
con AGIRE per l'AFRICA »      





un sorriso
contro la violenza

azione blog iniziata da
Galatea


L'onore dipende spesso
dall'ora che segna l'orologio.
Guillaume Apollinaire
------------------------------------


Calibano: la terra, il fango,
le viscere, la passione cieca,
l'incognito, il caos, la paura,
il talento primordiale, virile,
erotico che spesso vibra di febbre
e non ha bisogno di luce né di parola.
La carne, l'anima, lo spirito insieme
in un ultimo viaggio; prima della
separazione, della libertà di scegliere
un nuovo luogo, un nuovo corpo da
,o dove addormentarsi, come
dice Ariel, sotto un fiore



-------------------------------------
 
IL MARATONETA
  LUCA COSCIONI
    scarica il libro
-------------------------------------
http://www.radio.rai.it/radio
3/lastoriaingiallo/archivio_
2007/audio/storia_giallo2007
_09_22.ram



Audiolibri per nonvedenti

e ipovedenti
http://www.libroparlatolions.it/




Medici Senza Frontiere
               
                
  
       Un momento del V-Day 2007 a Bologna

       "Amore civile" - Nuove forme 
     di convivenza e relazioni affettive


logo EDF / logo FEPH
 

 

         HandyLex
        Superando.it 

        

         

emergenza kenya
      


      
Cristo! come eravamo ridicoli
io e il Nuvola mentre seguivamo
il furgone mortuario del Comune
…ti saresti divertita, cazzo!…
noi sulla circonvallazione
a cambiare la candela sporca
e la tua bara grigio topo gettata
nel cimitero di Prima Porta
…ti saresti divertita, cazzo! …
così come ti divertivi da sballo
a fare l’autostop sulla Colombo
per rubare una giornata alla
disperazione
e sbatterla sulla spiaggia di
Capocotta….
…io e te…confusi tra gli altri
che lanciavano la loro allegria
sugli asciugamani colorati della
fantasia
…io e te…la sera nel vagone
del treno…
ad assaporarci il sale sulle labbra,
a scandalizzare quelle facce
di cartapesta imbolsite dal sopore,
…io e te…ad inventare equilibrismi
sulla corda tesa del pudore ma…
con la mente già chiusi in
quella stanza.
Che assurdità quel grattacielo
di morti murati dietro quei marmi
di fiori appassiti e nomi dimenticati.
Ti lasciammo tra i crisantemi gialli
rubati ad un disgraziato tuo vicino
e l’odore di cera e fiori marciti…
andammo via tirando calci ad
una Pepsi
e cantando All along the watch
tower…
cantavamo forte per non piangere,
forse,
..io non ho pianto…ma,…
una volta tornato in quella stanza,
ho passato la notte alla finestra,
tutta la notte a guardare
il fumo leggero della Marlboro
che mi bruciava gli occhi
e lo scorrere lento dei vagoni.
(P. Welby, 

 

All Along The Watchtower 
dalla raccolta -Natiche Sadiche-)

 

Registra il tuo sito nei motori di ricerca

 

 

 

 


20 dicembre 2007

ALLA TUA VITTORIA E A NOSTRA MEMORIA

 Anno duemilasette:
su te, dolente anima


Tu sei. La mente dona,

dettano le sue mani.

Un male s’è dato in te,

alimenta tue sonde.

L’anima sente e ode. Tu,

da un letto esanime,

lotta e semina dune.

Senato e Duma lenti,

se maledite un nato

esaminate un telo

e mutate la sindone:

donate l’amen, iuste.

Una poesia anagrammatica a Piergiorgio Welby, di LucianaPreden
(ogni verso è un anagramma di "anno duemilasette")

Luciana Preden, poeta, enigmista, attivista radicale, il primo gennaio 2007 ha recitato questa sua poesia anagrammatica composta in onore di Piergiorgio Welby dai microfoni di RadioTreSuite (Radio RAI 3). 

Roma h.3.17 del 20 dicembre 2007 

Un anno è passato....
 
il cursore del pc lampeggia sul monitor intermittente, io son qui a scrivere un articolo noisissimo per l'università .....
 
alla radio, Radio Radicale ovviamente,  si riporcorre la storia di Piero, la lettera al Presidente scadita dalla voce metallica, la conferenza stampa successiva alla morte, i funerali.... 
 
mi sembra irreale..... lontano nel tempo.... vorrei sentirmi estraneo ma, qualcosa sale, un groppo alla gola c'è. 
 
Sono stato una comparsa di qualcosa grande e tragico, di una storia di sofferenza e determinazione,
 
 ho concorso ad organizzare e cercato di esaudire il legittimo desiderio di una persona di morire; 
 
 rispetto al mio vissuto con questa storia è come se avessi pareggiato un conto lasciato aperto...
 
 in realtà un conto riguardo ad una storia molto diversa tranne che per il desiderio di morire e l'efficace realizzazione. 
 
 Oggi ho realizzato che allora di Piergiorgio, dell'uomo Piergiorgio, non conoscevo un gran che, non ne avevo sentito la voce né conosciuto i gesti... solo le parole, macigni di consapevolazza e determinazione, tanto mi è bastato.  
 
 Di Piergiorgio ho visto le spoglie, il primo cadavere di cui abbia ricordo, la sensazione è stata di straniamento e confesso quasi indifferenza lì, quella mattina al Verano, non c'era nulla di interessante....  stanze squallide e fredde... la morte nella sua banalità.
 
Ad un anno dalla sua morte quello che vedo e la vitalità e forza di Mina ed un gruppo di persone, quelli della Coscioni,  che nel bene e nel male con quella vicenda credo siano molto cambiate e cresciute, non solo anagraficamente. 
 
Tu dove eri quel giorno e quello successivo?  Il ricordo di eventi collettivi, spesso calamità,  porta a cristalizzare il vissuto personale con quello generale... voi dove eravate, cosa stavate facendo quando sono cadute le due torri del World Trade Center ? 
 
E quando Piergiorgio si è addormentato ed ha ritrovato quella leggerezza che uno stato ipocrita ed imbarazzato gli aveva negato... voi dove eravate? 
 
Io lo ricordo, lo ricordo bene stavo sorseggiando un thè a casa.... ricordo le mani calde ed i piccoli sorsi, ricordo il dolceamaro del miele dei fiori d'inverno. 
     
****
ascolto la voce rotta di Carla Welby,
 
ascolto il mormorio della folla che inneggia all'antipolitca,
 
ascolto Marco Cappato che riagguanta la piazza,
 
ascolto le assenata parole di Ignazio Marino
 
la Emma Bonino cita alla folla assiepata in quelli che saranno i Giardini Welby l'esortazione di Gandhi  
 
"Siate voi il cambiamento che volete vedere nel mondo", 
 
sorrido divago e provo a sentire, matabolizzare, l'enormità dell'impegno che una tale proposizione impone all'individuo che la volesse fare propria.... mi avvicino alla radio e la spengo, sperando che i pensieri di questa notte possano spegnersi con essa... 
 
è molto difficile ma devo "ri-sintonizzarmi" c'è da scrivere sulla nuova articolaione della potestà legislativa concorrente tra Stato-regioni ai sensi della riforma del titolo V della parte II della Costituzione.... di botto cala la palpebra.
 
Sorseggio un po' di redbull, titubo se sia opportuno inviarvi queste sconclusionate riflessioni notturne ed alla fine clicco invio.       
 
Juan
 
(un giovane militante della Coscioni)  



sfoglia     novembre        gennaio
 


Ultime cose
Il mio profilo



PORTE CHIUSE
ASSOCIAZIONE LUCA COSCIONI
RADIO RADICALE
COSTITUZIONE REP.ITALIANA
DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI
DIRITTI FONDAMENTALI EU
CONVENZIONE DI OVIEDO
STATUTO DI ROMA CORTE PENALE INTERNAZIONALE
CONVENZIONE ONU DISABILI E LEGGE DI RATIFICA
NUOVI AUTORI
EMMA BONINO
MARIA ANTONIETTA
RADICALI CATANIA
ANTONIO VIGILANTE
LUCA PULINO
DIRITTO
QUADERNI RADICALI
LEGGE 40
NON C'E' PACE SENZA GIUSTIZIA
NESSUNO TOCCHI CAINO
DARFUR
CHIARA LALLI
ANDREA
LIBERALETTURA
malvino
Miss Welby
UILDM
AAAAAPOESIA
METASIA
ISAAC-Comunicazione
Pubbliaccesso
SIAE
TEMPO-MEDICO
CITTADINANZA ATTIVA
TASTIERA VIRTUALE
SUTTORA
VALERIA MANIERI
VIVERE&MORIRE


Blog letto 1513586 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom