.
Annunci online

  Calibano [ TERMOVALORIZZATORE DI FOSSILI ONIRICI ]
         

   

                GLI EDITORIALI

       DEL CALIBANO

   (PIERGIORGIO WELBY)

Io amo la vita: la storia di Piero e Mina Welby - trailer

 

      

http://www.ibs.it/code/9788876153372/welby-piergiorgio

-lioce/ocean-terminal.html  - 15%

in e-book a € 7.49

Un vero regalo di Natale!  

               

 http://www.desistenzaterapeutica.it/


 

Welby Un atto di giustizia
Riccio Disinformazione medica e

vigliaccheria politica

  http://testamentobiologico.
ilcannocchiale.it/?r=151504

Riproduci   vivavoce230708
 

            

                  
       Radical italiani
     www.ignaziomarino.it

Il grande fratello 
dei falchi pellegrini e non solo


 

Album di Aria e Vento 2007


Vestivamo alla
marinara 2006
(copyright by Welby)

       
   
Sostieni il progetto di AMREF in SUD SUDAN
con AGIRE per l'AFRICA »      





un sorriso
contro la violenza

azione blog iniziata da
Galatea


L'onore dipende spesso
dall'ora che segna l'orologio.
Guillaume Apollinaire
------------------------------------


Calibano: la terra, il fango,
le viscere, la passione cieca,
l'incognito, il caos, la paura,
il talento primordiale, virile,
erotico che spesso vibra di febbre
e non ha bisogno di luce né di parola.
La carne, l'anima, lo spirito insieme
in un ultimo viaggio; prima della
separazione, della libertà di scegliere
un nuovo luogo, un nuovo corpo da
,o dove addormentarsi, come
dice Ariel, sotto un fiore



-------------------------------------
 
IL MARATONETA
  LUCA COSCIONI
    scarica il libro
-------------------------------------
http://www.radio.rai.it/radio
3/lastoriaingiallo/archivio_
2007/audio/storia_giallo2007
_09_22.ram



Audiolibri per nonvedenti

e ipovedenti
http://www.libroparlatolions.it/




Medici Senza Frontiere
               
                
  
       Un momento del V-Day 2007 a Bologna

       "Amore civile" - Nuove forme 
     di convivenza e relazioni affettive


logo EDF / logo FEPH
 

 

         HandyLex
        Superando.it 

        

         

emergenza kenya
      


      
Cristo! come eravamo ridicoli
io e il Nuvola mentre seguivamo
il furgone mortuario del Comune
…ti saresti divertita, cazzo!…
noi sulla circonvallazione
a cambiare la candela sporca
e la tua bara grigio topo gettata
nel cimitero di Prima Porta
…ti saresti divertita, cazzo! …
così come ti divertivi da sballo
a fare l’autostop sulla Colombo
per rubare una giornata alla
disperazione
e sbatterla sulla spiaggia di
Capocotta….
…io e te…confusi tra gli altri
che lanciavano la loro allegria
sugli asciugamani colorati della
fantasia
…io e te…la sera nel vagone
del treno…
ad assaporarci il sale sulle labbra,
a scandalizzare quelle facce
di cartapesta imbolsite dal sopore,
…io e te…ad inventare equilibrismi
sulla corda tesa del pudore ma…
con la mente già chiusi in
quella stanza.
Che assurdità quel grattacielo
di morti murati dietro quei marmi
di fiori appassiti e nomi dimenticati.
Ti lasciammo tra i crisantemi gialli
rubati ad un disgraziato tuo vicino
e l’odore di cera e fiori marciti…
andammo via tirando calci ad
una Pepsi
e cantando All along the watch
tower…
cantavamo forte per non piangere,
forse,
..io non ho pianto…ma,…
una volta tornato in quella stanza,
ho passato la notte alla finestra,
tutta la notte a guardare
il fumo leggero della Marlboro
che mi bruciava gli occhi
e lo scorrere lento dei vagoni.
(P. Welby, 

 

All Along The Watchtower 
dalla raccolta -Natiche Sadiche-)

 

Registra il tuo sito nei motori di ricerca

 

 

 

 


11 agosto 2015

NAUFRAGHI


 Apriamo gli occhi e cerchiamo nelle memorie della storia! Chi è andato in quei paesi africani, Somalia, Abessinia, Eritrea, negli stati intorno ai grandi laghi, Libia, Algeria ecc. ecc. e li ha distrutti, impoveriti e a tutt'oggi sono derubati dalle multinazionali delle loro ricchezze. Abbiamo rubato e stiamo rubando la vita all'Africa. Perchè non si fanno le politiche per lo sviluppo con gli statisti di quei paesi? Già negli anni 80 i Radicali con Pannella e Bonino hanno cercato di fare il possibile. Se li avessero seguiti di più.....non verrebbero tante carrette e il Mediterraneo non sarebbe diventato un cimitero di naufraghi.




10 dicembre 2011

EMENDAMENTI RADICALI - MANOVRA

Gli emendamenti radicali alla manovra: 28 miliardi di € per equità, risparmi e trasparenza

09/12/2011

Da www.radicali.it 

Grazie alla presentazione degli emendamenti proposti dalla delegazione autonoma radicale tra aumenti di gettito e risparmi di spesa si potrebbero reperire ulteriori 28 mld di € necessari per salvare l’Italia e gli italiani, con equità e nella trasparenza. Due aspetti non rinunciabili nel momento in cui si chiede un surplus di fiducia a tutti.

La manovra proposta da Monti deve essere solo il primo passo del programma di interventi già concordata con l’UE per salvare l‘Italia dal baratro nel quale si è cacciata da sola dopo un sessantennio di spese partitocratiche dissennate. Attendiamo ora con fiducia, che speriamo non vada disattesa, gli ulteriori provvedimenti necessari e urgenti che, soli, potranno rendere davvero utili e accettabili anche le parti di questo “primo tempo” che nelle condizioni date di oggettiva emergenza partitocratica, contengono aspetti di iniquità come avvenne nel 1992: a dicembre le norme sul mercato del lavoro con regole che facilitino la libertà di assumere, a gennaio quelle sul welfare per dare una tutela universale a tutti, a marzo le privatizzazioni per rilanciare l’economia, sperando così che in pochi mesi si realizzino quelle misure che proponiamo da oltre un ventennio. Riforme tutte necessarie se si vuol far ripartire l’Italia, Paese stagnante dal 1992.

Per senso di responsabilità la delegazione radicale ha presentato in commissione un numero esiguo di emendamenti. Quelli ritenuti fondamentali per migliorare concretamente, senza facili demagogie, la manovra.

Gli emendamenti sono tutti centrati su risparmi di spese inutili o dannose, sulla trasparenza dei costi intermediati dallo Stato per far conoscere e rendere coesa la popolazione con l’esecutivo e il Parlamento che voterà provvedimenti dolorosi ma necessari, e su iniziative a favore di lavoratori, consumatori e imprenditori.

Queste le proposte concrete:

Costi (non della politica ma) della partitocrazia

Abolizione del finanziamento pubblico ai partiti.

Anagrafe pubblica degli eletti per tutta la durata del mandato.

Accorpamento delle funzioni dei comuni sino a 5000 abitanti per produrre risparmi e razionalizzazione delle funzioni.

Costi della Chiesa cattolica

Pagamento dell’ICI negli immobili adibiti a attività commerciali perché “tutti facciano la loro parte”, come affermato il 20 agosto dal Cardinal Bagnasco a proposito di evasione fiscale.

Abolizione di tutte le esenzioni fiscali e tributarie di cui gode la Chiesa cattolica.

Vendita alla Chiesa degli edifici di culto ora in proprietà -e pesanti sulle casse- dello Stato.

Riduzione spese militari e della Pubblica amministrazione

Riduzione delle spese militari superflue, come l'ausiliaria, gli avanzamenti di grado all'ultimo giorno di servizio, i richiami in servizio e i trattamenti economici superiori che solo il personale dei ruoli ufficiali e dirigenti percepisce al compimento dei 13-15 e 23-25 anni di servizio.

La sospensione e la riduzione del 50% della spesa complessiva del programma pluriennale di acquisizione del caccia multiruolo d'attacco JSF.

delega al Governo per emanare i decreti per l'unificazione delle forze di polizia compresa la Guardia di Finanza.

Utilizzo di software libero nella P.A. per ridurne i costi.

Abolizione contributo economico per ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.

Misure a sostegno dello sviluppo economico sostenibile e del lavoro

Liberalizzazione delle libere professioni per diminuire i costi di transazione e far crescere in civiltà e ricchezza il Paese.

Iva per cassa per evitare alle PMI oltre al danno del il mancato pagamento delle fatture, anche la beffa del pagamento anticipato dell’IVA.

Privatizzazione della Rai, mai realizzata nonostante un referendum lo imponga dal 1995.

Principio di concorrenza nel mercato della pubblicità commerciale, ora spartita tra Sipra e Publitalia.

Rinnovo della convenzione di Radio Radicale per garantire agli italiani il diritto a “conoscere per deliberare”

Emersione lavoro nero degli extracomunitari per legalizzarne la situazione giuridica e aumentare il gettito fiscale dello Stato.

Contributo ecologico proporzionale al livello di inquinamento prodotto.

Gara per l’assegnazione delle frequenze dei canali digitali terrestri.



sfoglia     luglio        settembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



PORTE CHIUSE
ASSOCIAZIONE LUCA COSCIONI
RADIO RADICALE
COSTITUZIONE REP.ITALIANA
DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI
DIRITTI FONDAMENTALI EU
CONVENZIONE DI OVIEDO
STATUTO DI ROMA CORTE PENALE INTERNAZIONALE
CONVENZIONE ONU DISABILI E LEGGE DI RATIFICA
NUOVI AUTORI
EMMA BONINO
MARIA ANTONIETTA
RADICALI CATANIA
ANTONIO VIGILANTE
LUCA PULINO
DIRITTO
QUADERNI RADICALI
LEGGE 40
NON C'E' PACE SENZA GIUSTIZIA
NESSUNO TOCCHI CAINO
DARFUR
CHIARA LALLI
ANDREA
LIBERALETTURA
malvino
Miss Welby
UILDM
AAAAAPOESIA
METASIA
ISAAC-Comunicazione
Pubbliaccesso
SIAE
TEMPO-MEDICO
CITTADINANZA ATTIVA
TASTIERA VIRTUALE
SUTTORA
VALERIA MANIERI
VIVERE&MORIRE


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom