.
Annunci online

  Calibano [ TERMOVALORIZZATORE DI FOSSILI ONIRICI ]
         

   

                GLI EDITORIALI

       DEL CALIBANO

   (PIERGIORGIO WELBY)

Io amo la vita: la storia di Piero e Mina Welby - trailer

 

      

http://www.ibs.it/code/9788876153372/welby-piergiorgio

-lioce/ocean-terminal.html  - 15%

in e-book a € 7.49

Un vero regalo di Natale!  

               

 http://www.desistenzaterapeutica.it/


 

Welby Un atto di giustizia
Riccio Disinformazione medica e

vigliaccheria politica

  http://testamentobiologico.
ilcannocchiale.it/?r=151504

Riproduci   vivavoce230708
 

            

                  
       Radical italiani
     www.ignaziomarino.it

Il grande fratello 
dei falchi pellegrini e non solo


 

Album di Aria e Vento 2007


Vestivamo alla
marinara 2006
(copyright by Welby)

       
   
Sostieni il progetto di AMREF in SUD SUDAN
con AGIRE per l'AFRICA »      





un sorriso
contro la violenza

azione blog iniziata da
Galatea


L'onore dipende spesso
dall'ora che segna l'orologio.
Guillaume Apollinaire
------------------------------------


Calibano: la terra, il fango,
le viscere, la passione cieca,
l'incognito, il caos, la paura,
il talento primordiale, virile,
erotico che spesso vibra di febbre
e non ha bisogno di luce né di parola.
La carne, l'anima, lo spirito insieme
in un ultimo viaggio; prima della
separazione, della libertà di scegliere
un nuovo luogo, un nuovo corpo da
,o dove addormentarsi, come
dice Ariel, sotto un fiore



-------------------------------------
 
IL MARATONETA
  LUCA COSCIONI
    scarica il libro
-------------------------------------
http://www.radio.rai.it/radio
3/lastoriaingiallo/archivio_
2007/audio/storia_giallo2007
_09_22.ram



Audiolibri per nonvedenti

e ipovedenti
http://www.libroparlatolions.it/




Medici Senza Frontiere
               
                
  
       Un momento del V-Day 2007 a Bologna

       "Amore civile" - Nuove forme 
     di convivenza e relazioni affettive


logo EDF / logo FEPH
 

 

         HandyLex
        Superando.it 

        

         

emergenza kenya
      


      
Cristo! come eravamo ridicoli
io e il Nuvola mentre seguivamo
il furgone mortuario del Comune
…ti saresti divertita, cazzo!…
noi sulla circonvallazione
a cambiare la candela sporca
e la tua bara grigio topo gettata
nel cimitero di Prima Porta
…ti saresti divertita, cazzo! …
così come ti divertivi da sballo
a fare l’autostop sulla Colombo
per rubare una giornata alla
disperazione
e sbatterla sulla spiaggia di
Capocotta….
…io e te…confusi tra gli altri
che lanciavano la loro allegria
sugli asciugamani colorati della
fantasia
…io e te…la sera nel vagone
del treno…
ad assaporarci il sale sulle labbra,
a scandalizzare quelle facce
di cartapesta imbolsite dal sopore,
…io e te…ad inventare equilibrismi
sulla corda tesa del pudore ma…
con la mente già chiusi in
quella stanza.
Che assurdità quel grattacielo
di morti murati dietro quei marmi
di fiori appassiti e nomi dimenticati.
Ti lasciammo tra i crisantemi gialli
rubati ad un disgraziato tuo vicino
e l’odore di cera e fiori marciti…
andammo via tirando calci ad
una Pepsi
e cantando All along the watch
tower…
cantavamo forte per non piangere,
forse,
..io non ho pianto…ma,…
una volta tornato in quella stanza,
ho passato la notte alla finestra,
tutta la notte a guardare
il fumo leggero della Marlboro
che mi bruciava gli occhi
e lo scorrere lento dei vagoni.
(P. Welby, 

 

All Along The Watchtower 
dalla raccolta -Natiche Sadiche-)

 

Registra il tuo sito nei motori di ricerca

 

 

 

 


28 novembre 2009

DIRITTI FONDAMENTALI

Maria Antonietta Farina Coscioni ha fatto un digiuno di 19 giorni a sostegno di malati di Sla che a loro volta avevano iniziato lo sciopero della fame per ottenere assistenza adeguata e rendere la propria vita dignitosa. La richiesta era diretta al Vice-Ministro alla Salute Ferruccio Fazio.

La Politica non ha sentito. Ma la politica non è fatta forse di uomini in carne ed ossa?

Per chi non sapesse cos’è la Sla dico semplicemente: che il corpo della persona colpita è diventato lo scafandro dal quale lo spirito si libera solo con la morte.

Non dare assistenza adeguata a domicilio è negare un diritto fondamentale.

C’è chi vorrebbe portare queste persone al ricovero che costa la bellezza di oltre 1000€ al giorno.

Il carico sulle famiglie che hanno in casa un malato gravissimo deve essere alleviato con dei supporti di assistenza da parte di persone qualificate.

Quando un malato di sla non ha più la capacità di parlare ci sono i comunicatori vocali. Gli occhi guardano le lettere dell’alfabeto sullo schermo, lentamente si compongono le parole, le frasi e il computer le legge con la sua voce metallica. Un’ultima possibilità di comunicazione e per sentirsi vivi.
Eppure chi ha infierito sul corpo di Eluana che non aveva più capacità di relazione e le ha negato il diritto di addormentarsi in pace, come lei stessa aveva voluto 17 anni prima, oggi nega dei diritti fondamentali a una vita dignitosa sanciti con la nostra Costituzione.




18 novembre 2009

Emendamento a A.C. 2350 Benedetto Della Vedova

Sostituire l’art. 1 (del DDL Calabrò) con il seguente:

Articolo 1.
(Tutela della vita e della salute e disciplina del rapporto terapeutico)

La Repubblica italiana, tenendo conto dei principi di cui agli articoli 2, 3, 13 e 32 della Costituzione, nonché della normativa deontologica che disciplina l’esercizio delle professioni sanitarie:
a) tutela la vita umana, quale diritto inviolabile ed indisponibile, garantito anche nella fase terminale dell’esistenza e nell’ipotesi in cui la persona non sia più in grado di intendere e di volere, fino alla morte accertata nei modi di legge;
b) garantisce la dignità di ogni persona in via prioritaria rispetto all’interesse della società e alle applicazioni della tecnologia e della scienza;
c) riconosce che l’attività medica è esclusivamente finalizzata a tutelare la vita e la salute e ad alleviare la sofferenza dei pazienti e quindi, in coerenza con le disposizioni deontologiche, nonché con le disposizioni del codice penale, non autorizza, neppure indirettamente, condotte attive o omissive intenzionalmente volte a provocare la morte del paziente;
d) impone al medico l’obbligo di informare il paziente sui trattamenti sanitari più appropriati, acquisendone il consenso informato, sempre revocabile, anche parzialmente, da parte del diretto interessato;
e) rispetta come ambito esclusivo in cui matura ogni scelta di cura il rapporto terapeutico tra il medico e il paziente, o, in caso di incapacità di quest’ultimo, tra il medico e il soggetto che legalmente rappresenta il paziente; in tal caso, il personale sanitario e il rappresentante legale sono tenuti ad operare nel suo esclusivo interesse e a tenere conto delle volontà espresse dal paziente, quando non contrastino con la disciplina deontologica o le norme di legge; ove il diretto interessato sia minore di età, il consenso al trattamento è reso dagli esercenti la potestà parentale, dopo avere preso atto delle volontà del minore; ove il diretto interessato sia interdetto o inabilitato, il consenso è reso dal tutore, se interdetto, o dal curatore, se inabilitato; in tutti gli altri casi di incapacità, il consenso è reso dai soggetti di cui all’art. 417 c.c., nell’ordine indicato dalla stessa norma, e quindi dal coniuge, dal convivente stabile, dai parenti entro il quarto grado, dagli affini entro il secondo grado, sino alla nomina dell’amministratore di sostegno, e dall’amministratore di sostegno, non appena questi sia stato nominato nelle forme previste dal codice civile; in caso di contrasto tra soggetti parimenti legittimati ad esprimere il consenso al trattamento sanitario, la decisione è autorizzata dal giudice tutelare, sentito il medico curante dell’interessato;
f) riconosce che nessun trattamento in campo sanitario può essere attivato o proseguito senza o contro il consenso informato del paziente, fermo restando il principio per cui la salute deve essere tutelata come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività e nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario, se non per disposizione di legge e con i limiti imposti dal rispetto della persona umana;
g) stabilisce che, in ogni caso, il medico debba astenersi da trattamenti straordinari non proporzionati, non efficaci o non adeguati alle condizioni cliniche del paziente o agli obiettivi di cura.

Conseguentemente, sopprimere gli articoli da 2 a 9 (del DDL Calabrò)

Mio commento:

Ho letto e riletto l’emendamento di Benedetto, e, ricordando troppo bene e confrontando il DDL Calabrò con questo unico articolo, mi sembra una soluzione contro una cattiva legge.
Voglio far notare che del Testamento Biologico o Dichiarazioni anticipate sui trattamenti sanitari si parla nel comma e) ….. il personale sanitario e il rappresentante legale sono tenuti ad operare nel suo esclusivo interesse e a tenere conto delle volontà espresse dal paziente,….
anzi non parla nemmeno di testamento scritto, deduco quindi che si possa trattare anche di espressione orale.
Vorrei solo chiedere, se Benedetto mi legge, un semplice fiduciario nominato dal testatore non potrebbe entrare a far parte dei garanti della volontà del paziente? Spesso per i congiunti questa incombenza è troppo onerosa e anch’io ho preferito nominare una persona amica, non con legame affettivo stretto.

Se dovesse passare l'articolo unico di Della Vedova sarebbe sempre meglio del ddl Calabrò. E' fiacco nell'espressione dell'autodeterminazione del paziente, ma per il momento sarà difficile ottenere di più. Tocca fidarci di coloro che sosterranno la nostra volontà, meglio se scritta, in quanto nell'articolo non si parla di TB scritto. Sono molto dubbiosa.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. della vedova calabrò dat

permalink | inviato da Mina vagante il 18/11/2009 alle 13:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



5 novembre 2009

CROCEFISSI

Togliere i crocefissi dagli uffici pubblici?

Togliere l'ipocrisia dalla nostra vita privata e pubblica no?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. crocefisso ipocrisia

permalink | inviato da Mina vagante il 5/11/2009 alle 1:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



2 novembre 2009

NECESSARIA E URGENTE INFORMAZIONE

Sono già 26 le città dove è passata la delibera per l'istituzione del registro per i testamenti biologici. Non in tutte è attuato. Questo servizio deve essere portato alla conoscenza dei cittadini e dove ancora non fosse attuato bisogna chiedere i sindaci di farlo. Qui di seguito pubblico l'ultima parte della delibera del mio Municipio X° di Roma che tratta dell'attuazione del registro. E' un semplice atto notarile sostitutivo che può essere compiuto allo sportello dove si fanno gli atti notarili sostitutivi. (Si noti alla fine viene data libertà di coscienza ai funzionari dello sportello a compiere quest'atto, ma i funzionari del mio municipio sono sempre disponibili.)

Visto il vigente Statuto Comunale;

Visto il T.U.E.L n.267/00,approvato con D.L.g.s del 18/08/2000 e s.m.i

Visto il Regolamento sul Decentramento Amministrativo n. 10/1999 e s.m.i.

visto che in data 31 marzo 2009 il Direttore del Municipio X Francesco Febbraro , ha espresso il

parere che di seguito integralmente si riporta: “ Ai sensi e per gli effetti dell’art. 49 del D. Lgs.n. 267 del

18.8.2000, si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnico amministrativa della proposta di

deliberazione indicata in oggetto”.

Il Dirigente F.to: Francesco Febbraro

  

Tutto ciò premesso, considerato e assunto,
ai sensi dell’art. 39 del Regolamento del Municipio,
la Giunta del X Municipio delibera:
a) di porre in essere, in collaborazione con la Direzione del Municipio, tutti gli adempimenti necessari
all’istituzione di un servizio di autenticazione certificatoria presso gli uffici del Municipio Roma X,
nel quale inserire e poi conservare, ordinate per numero progressivo su base annuale e data di
autenticazione delle sottoscrizioni, copia di tutte le dichiarazioni predisposte da cittadini residenti
nella circoscrizione territoriale di competenza del Municipio Roma X relative a un testamento
biologico predisposto esclusivamente in conformità allo schema di atto di cui all’allegato a) alla
presente deliberazione, di cui costituisce parte integrante, rilasciando l’originale di detta
dichiarazione debitamente autenticata al singolo disponente;
b) di definire, in collaborazione con la Direzione del Municipio e con separati e distinti atti, le singole
modalità operative per l’attuazione in concreto di quanto disposto nel precedente punto a),
prevedendo, nel contempo, la possibilità per il personale dipendente del Comune di Roma di non
prestare collaborazione alla realizzazione degli adempimenti riferiti alla presente mozione ove a ciò
ostino considerazioni di coscienza esplicitate per iscritto senza che detta circostanza integri una




2 novembre 2009

Grazie!

Grazie a tutti che hanno votato per Ignazio Marino. A livello nazionale ha avuto complessivamente un buon 12%  e nel Lazio quasi 19% di consensi. Anch'io con il 20% di consensi per Marino nel mio Collegio sono passata per l'assemblea nazionale. Grazie a tutti!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. primarie Ignazio Marino Mina Welby

permalink | inviato da Mina vagante il 2/11/2009 alle 0:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     ottobre        dicembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



PORTE CHIUSE
ASSOCIAZIONE LUCA COSCIONI
RADIO RADICALE
COSTITUZIONE REP.ITALIANA
DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI
DIRITTI FONDAMENTALI EU
CONVENZIONE DI OVIEDO
STATUTO DI ROMA CORTE PENALE INTERNAZIONALE
CONVENZIONE ONU DISABILI E LEGGE DI RATIFICA
NUOVI AUTORI
EMMA BONINO
MARIA ANTONIETTA
RADICALI CATANIA
ANTONIO VIGILANTE
LUCA PULINO
DIRITTO
QUADERNI RADICALI
LEGGE 40
NON C'E' PACE SENZA GIUSTIZIA
NESSUNO TOCCHI CAINO
DARFUR
CHIARA LALLI
ANDREA
LIBERALETTURA
malvino
Miss Welby
UILDM
AAAAAPOESIA
METASIA
ISAAC-Comunicazione
Pubbliaccesso
SIAE
TEMPO-MEDICO
CITTADINANZA ATTIVA
TASTIERA VIRTUALE
SUTTORA
VALERIA MANIERI
VIVERE&MORIRE


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom