.
Annunci online

  Calibano [ TERMOVALORIZZATORE DI FOSSILI ONIRICI ]
         

   

                GLI EDITORIALI

       DEL CALIBANO

   (PIERGIORGIO WELBY)

Io amo la vita: la storia di Piero e Mina Welby - trailer

 

      

http://www.ibs.it/code/9788876153372/welby-piergiorgio

-lioce/ocean-terminal.html  - 15%

in e-book a € 7.49

Un vero regalo di Natale!  

               

 http://www.desistenzaterapeutica.it/


 

Welby Un atto di giustizia
Riccio Disinformazione medica e

vigliaccheria politica

  http://testamentobiologico.
ilcannocchiale.it/?r=151504

Riproduci   vivavoce230708
 

            

                  
       Radical italiani
     www.ignaziomarino.it

Il grande fratello 
dei falchi pellegrini e non solo


 

Album di Aria e Vento 2007


Vestivamo alla
marinara 2006
(copyright by Welby)

       
   
Sostieni il progetto di AMREF in SUD SUDAN
con AGIRE per l'AFRICA »      





un sorriso
contro la violenza

azione blog iniziata da
Galatea


L'onore dipende spesso
dall'ora che segna l'orologio.
Guillaume Apollinaire
------------------------------------


Calibano: la terra, il fango,
le viscere, la passione cieca,
l'incognito, il caos, la paura,
il talento primordiale, virile,
erotico che spesso vibra di febbre
e non ha bisogno di luce né di parola.
La carne, l'anima, lo spirito insieme
in un ultimo viaggio; prima della
separazione, della libertà di scegliere
un nuovo luogo, un nuovo corpo da
,o dove addormentarsi, come
dice Ariel, sotto un fiore



-------------------------------------
 
IL MARATONETA
  LUCA COSCIONI
    scarica il libro
-------------------------------------
http://www.radio.rai.it/radio
3/lastoriaingiallo/archivio_
2007/audio/storia_giallo2007
_09_22.ram



Audiolibri per nonvedenti

e ipovedenti
http://www.libroparlatolions.it/




Medici Senza Frontiere
               
                
  
       Un momento del V-Day 2007 a Bologna

       "Amore civile" - Nuove forme 
     di convivenza e relazioni affettive


logo EDF / logo FEPH
 

 

         HandyLex
        Superando.it 

        

         

emergenza kenya
      


      
Cristo! come eravamo ridicoli
io e il Nuvola mentre seguivamo
il furgone mortuario del Comune
…ti saresti divertita, cazzo!…
noi sulla circonvallazione
a cambiare la candela sporca
e la tua bara grigio topo gettata
nel cimitero di Prima Porta
…ti saresti divertita, cazzo! …
così come ti divertivi da sballo
a fare l’autostop sulla Colombo
per rubare una giornata alla
disperazione
e sbatterla sulla spiaggia di
Capocotta….
…io e te…confusi tra gli altri
che lanciavano la loro allegria
sugli asciugamani colorati della
fantasia
…io e te…la sera nel vagone
del treno…
ad assaporarci il sale sulle labbra,
a scandalizzare quelle facce
di cartapesta imbolsite dal sopore,
…io e te…ad inventare equilibrismi
sulla corda tesa del pudore ma…
con la mente già chiusi in
quella stanza.
Che assurdità quel grattacielo
di morti murati dietro quei marmi
di fiori appassiti e nomi dimenticati.
Ti lasciammo tra i crisantemi gialli
rubati ad un disgraziato tuo vicino
e l’odore di cera e fiori marciti…
andammo via tirando calci ad
una Pepsi
e cantando All along the watch
tower…
cantavamo forte per non piangere,
forse,
..io non ho pianto…ma,…
una volta tornato in quella stanza,
ho passato la notte alla finestra,
tutta la notte a guardare
il fumo leggero della Marlboro
che mi bruciava gli occhi
e lo scorrere lento dei vagoni.
(P. Welby, 

 

All Along The Watchtower 
dalla raccolta -Natiche Sadiche-)

 

Registra il tuo sito nei motori di ricerca

 

 

 

 


30 ottobre 2010

FAHRENHEIT




12 ottobre 2010

DOPO ELUANA. QUALE EREDITÀ PER LA BIOETICA ITALIANA?

 

QUALE EREDITÀ PER LA BIOETICA ITALIANA?
Convegno in occasione della pubblicazione del libro di Amato De Monte e Cinzia Gori (curato da
Elena Nave),
Gli ultimi giorni di Eluana,
Biblioteca dell’Immagine, Pordenone 2010
Sala Crociera Alta,
Università degli Studi di Milano
via Festa del Perdono 7, Milano
13 ottobre 2010, ore 14:30 – 19:00
La Consulta di Bioetica, in collaborazione con Politeia e con la cattedra di Antropologia Filosofica del Dipartimento di Filosofia dell’Università degli Studi di Milano, promuove un incontro per discutere, a un anno e mezzo dalla morte di Eluana e a quattro anni dalla morte di Piergiorgio Welby, di come sia cambiata la riflessione sul fine vita in Italia dopo i due casi che hanno aperto una nuova epoca per la bioetica nel nostro Paese. Tra le molte pubblicazioni apparse e parole spese, non sempre in modo appropriato, il libro di Amato De Monte (medico a capo dell’équipe che ha attuato l’interruzione delle terapie a Eluana Englaro presso la clinica La Quiete di Udine) e Cinzia Gori (infermiera della stessa équipe) restituisce finalmente una base solida di fatti e dati per una riflessione obiettiva e, a distanza di tempo, anche più lucida. A partire dal loro libro, autorevoli voci del panorama bioetico italiano e testimoni diretti delle vicende riflettono sui risvolti etici, politici e giuridici dei casi Welby ed Englaro, del dibattito che hanno lasciato in eredità e delle prospettive che hanno aperto, con uno sguardo anche a ciò che accade al di fuori dei confini italiani. Arricchiscono il convegno gli interventi di BEPPINO ENGLARO e MINA WELBY.
 
Programma
Ore 14:30 GLI ULTIMI GIORNI DI ELUANA, presentazione del libro
 
Presiede: Maurizio Mori, Presidente Consulta di Bioetica; Università di Torino
Carlo Alberto Defanti, Neurologo emerito Ospedale Niguarda di Milano, medico di Eluana Englaro
Vittorio Angiolini, Professore di Diritto Costituzionale, Università di Milano, avvocato di Beppino Englaro
Mario Riccio, Medico anestesista e rianimatore, Ospedale di Cremona, medico di Piergiorgio Welby
Francesca Minerva, Dottoressa di ricerca, Università di Bologna
Beppino Englaro, Socio onorario della Consulta di Bioetica
Saranno presenti gli Autori e la Curatrice
 
Ore 16:30 PAUSA
 
Ore 16:45 COSA CI HANNO LASCIATO I CASI WELBY ED ENGLARO
 
Presiede: Patrizia Borsellino, Vice-Presidente Consulta di Bioetica; Università di Milano-Bicocca
Mina Welby (Ass. Luca Coscioni)
La valorizzazione della professione medica nelle scelte dei pazienti
Nicola Pasini (Professore di Scienza Politica, Università di Milano)
Lo scontro politico sul caso Englaro e il testamento biologico
Fermin Roland Schramm (Cattedra di Etica applicata e Bioetica, Università di Rio de Janeiro)
Prospettive a confronto: la questione del fine-vita in Sud America
Sofia Moratti (Dottoressa di ricerca, Università di Groningen)
L’eutanasia in Olanda tra etica e diritto: un confronto fra la prospettiva olandese e quella italiana
 
18.00 DISCUSSIONE CON IL PUBBLICO




10 ottobre 2010

TB: COMMISSIONE BILANCIO CAMERA: SOPPRIMERE I REGISTRI

Da: aduc salute n° 40/2010

Non ci sono le risorse per approvare il disegno di legge sul testamento biologico, a meno che non si sopprimano alcune norme.
E', in sintesi, quello che emerge dalla proposta di parere della commissione Bilancio della Camera. Per questo, il relatore in commissione, Roberto Commercio (MPA), d'accordo con il sottosegretario all'Economia, Alberto Giorgetti, ha chiesto al governo la relazione tecnica sul provvedimento. In attesa dei chiarimenti dal ministero della Salute, che dovrebbero arrivare in settimana, il parere è quindi in 'stand-by'. I dubbi della 'Bilancio' sul testo, licenziato dal Senato il 26 marzo 2009 e fermo alla Camera da più un anno, creeranno inevitabilmente problemi alla commissione di merito, la Affari sociali, che, per inviare il ddl in aula, ha bisogno dei pareri delle altre commissioni competenti (oltre alla Bilancio, la Affari costituzionali e la Giustizia). I 'paletti' imposti alla Affari sociali dalle altre commissioni comporterebbero infatti modifiche su alcune parti.
Nel mirino della Bilancio, sono finiti la classificazione dell'assistenza ai pazienti in stato vegetativo tra i livelli essenziali di assistenza (i LEA) e la sostenibilità amministrativa e finanziaria, da parte delle Asl, di appositi uffici per registrare le DAT (le dichiarazioni anticipate di trattamento). "Abbiamo visto che per ora la copertura non c'è - spiega il relatore della Bilancio - d'accordo con il rappresentante del governo, abbiamo quindi deciso di chiedere la relazione tecnica, per capire se si può rivedere il parere. Penso che avremo tutte le carte in settimana".
Quanto alle norme del ddl sul testamento biologico, che secondo la commissione Bilancio della Camera, non hanno copertura economica, si chiede di sopprimere il secondo comma dell'articolo
1, in cui si prevedono politiche sociali ed economiche per la presa in carico di pazienti e, in particolare, di soggetti incapaci di intendere e di volere, siano essi cittadini italiani o stranieri. Si chiede di espungere dal testo anche il comma 1 dell'articolo 5, quello che introduce i livelli essenziali di assistenza per le persone in stato vegetativo o aventi altre forme neurologiche correlate.
Ma non sono questi gli unici punti sui quali si prevedono costi non sostenibili per le casse dello Stato. La commissione Bilancio, per poter dare un parere alla Affari sociali, chiede infatti al governo chiarimenti anche sul comma 1 dell'articolo 4, quello sulle DAT. Nella 'bozza' di parere è scritto che sono necessarie garanzie sulla sostenibilità amministrativa e finanziaria per le Asl dei nuovi procedimenti a loro carico, compresa la compilazione presso i medici di medicina generale delle DAT. Si chiede quindi si sopprimere la previsione di "uffici dedicati" alla redazione delle volontà sul fine vita. La Bilancio chiede infine al governo che dall'istituzione dei collegi medici nelle strutture ospedalieri o di ricovero, che dovranno esprimersi sulle controversie, non derivino nuovi o maggiori costi a carico dello finanza pubblica.
Livia Turco, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera, in proposito ha dichiarato: "Le osservazioni della commissione Bilancio della Camera sulla legge del testamento biologico - spiega infatti Turco - confermano che la maggioranza, sui temi della bioetica e della vita, è capace solo di fare annunci. L'assistenza ai malati terminali, però, può essere garantita solo con adeguati finanziamenti. L'unica cosa su cui nel Governo sono generosi e non risparmiano sono gli slogan, anche su temi delicati come questo. L'esperienza della legge sulle cure palliative ce lo dimostra: sono abbondanti negli annunci, ma avari nelle risorse".

Quali altre raffinatezze si vuole inventare per non riconoscere i diritti delle scelte dei pazienti sia capaci che non capaci?




9 ottobre 2010

Michael Caine

«Ho chiesto l'eutanasia per mio padre»La confessione choc di Michael Caine

L'attore ha rivelato che i medici uccisero l'uomo, che aveva un cancro al fegato, con una dose di antidolorifico

MILANO - I quotidiani britannici l'hanno definita una confessione-choc. Sono le dichiarazioni rilasciate da Sir Michael Caine all'emittente radiofonica Classic FM che raccontano gli ultimi istanti di vita del padre dell'attore inglese, Maurice Micklewhite, un facchino del mercato del pesce di Billingsgate, morto nel 1955 a 56 anni dopo aver sofferto di un cancro al fegato.

L'attore ha rivelato che i medici uccisero l'uomo, che aveva un cancro al fegato, con una dose di antidolorifico .....

 

«Ho chiesto l'eutanasia per mio padre»La confessione choc di Michael Caine

Da il Corriere.it

Ma oggi cosa si fa? Negli hospices le cure palliative possono dare grande sollievo. Ma alla fine spesso le dosi di antidolorifici vengono aumentati accelerando la morte.

Nel 1955 le chemio- e radioterapie non c'erano, le cure palliative non c'erano. Solo chi può ricordare in che condizioni lavoravano i medici a quei tempi e quanta fu la sofferenza dei malati di cancro non si meraviglia del racconto di Caine. Ho conosciuto una suora che supplicò i medici di aiutarla a morire. Morì con atroci sofferenze dopo settimane di agonia e nessuno l'aiutò.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. eutanasia Michael Caine

permalink | inviato da Mina vagante il 9/10/2010 alle 23:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



7 ottobre 2010

DIE BLAUE BLUME

STRUGGIMENTO PER L'INFINITO


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. nostalgia

permalink | inviato da Mina vagante il 7/10/2010 alle 21:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



7 ottobre 2010

Il libro del Presidente del Consiglio

Quando arriverà il suo libro sulle sue gesta - se mi arriverà -

lo rimanderò al mittente. Spero che lo facciano tanti, anzi tutti quelli

che gli vorranno dire di impiegare i nostri soldi delle tasse

per il rilancio dell'economia e servizi.

La crisi non è finita, anzi stiamo sempre più sprofondando

in una crisi culturale generalizzata, peggio di quella economica.




6 ottobre 2010

MONTECITORIO

Piazza Montecitorio degradata a una bettola.

Questa sarebbe Politica?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Montecitorio politica

permalink | inviato da Mina vagante il 6/10/2010 alle 23:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



3 ottobre 2010

Fiore notturno

Selenicereus Grandifolius

Bello per una sola notte

Il nostro grande affanno è la lenta morte della vita.

Perciò dobbiamo cercare di trattenere la vita, di intensificarla,

dandole il più ricco contenuto possibile.

Bisogna cercare di vivere sopra la propria vita

come una nube sopra il mare.

       Grazia Deledda                                      



sfoglia     settembre        novembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



PORTE CHIUSE
ASSOCIAZIONE LUCA COSCIONI
RADIO RADICALE
COSTITUZIONE REP.ITALIANA
DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI
DIRITTI FONDAMENTALI EU
CONVENZIONE DI OVIEDO
STATUTO DI ROMA CORTE PENALE INTERNAZIONALE
CONVENZIONE ONU DISABILI E LEGGE DI RATIFICA
NUOVI AUTORI
EMMA BONINO
MARIA ANTONIETTA
RADICALI CATANIA
ANTONIO VIGILANTE
LUCA PULINO
DIRITTO
QUADERNI RADICALI
LEGGE 40
NON C'E' PACE SENZA GIUSTIZIA
NESSUNO TOCCHI CAINO
DARFUR
CHIARA LALLI
ANDREA
LIBERALETTURA
malvino
Miss Welby
UILDM
AAAAAPOESIA
METASIA
ISAAC-Comunicazione
Pubbliaccesso
SIAE
TEMPO-MEDICO
CITTADINANZA ATTIVA
TASTIERA VIRTUALE
SUTTORA
VALERIA MANIERI
VIVERE&MORIRE


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom