Blog: http://Calibano.ilcannocchiale.it

23 luglio 2007

Quadri mobili

“Arrestare i responsabili di questo omicidio!”,
urlò l’Onorevole dell’Udc.
“Non fate urlare l’Onorevole dell’Udc, aprite almeno un fascicolo!”,
disse il Procuratore Capo.

“Subito l’autopsia”,
disse il Pubblico Ministero.
“Non sono stati i farmaci a ucciderlo”,
rispose il Medico Legale.

“Vabbe’, archiviamo”,
disse il Pubblico Ministero.
“Archiviamo, un cazzo!”,
urlò il Giudice delle Indagini Preliminari.

“Non archiviamo?”,
chiese il Procuratore Capo.
“V’impongo l’imputazione coatta!”,
urlò il Giudice delle Indagini Preliminari.

“Ci facciamo una figura di merda”,
sussurrò il Pubblico Ministero.
“La fa il Giudice delle Indagini Preliminari, eventualmente”,
sussurrò il Procuratore Capo.

“Sì, vabbe’, però su cosa reggerebbe ‘sto 579?”,
chiese il Pubblico Ministero.
“Uno è vivo. Gli stacchi la spina e quello muore. L’hai ucciso”,
disse il Giudice delle Indagini Preliminari.

“Ma il respiratore artificiale è un trattamento sanitario”,
obiettò l’Avvocato Difensore.
“Embe’?”,
fece il Giudice delle Indagini Preliminari.

“L’articolo 32 della Costituzione recita che nessuno può essere obbli…”,
fece per dire l’Avvocato Difensore.
“Non le permetto di darmi lezioni di Diritto Costituzionale”,
urlò il Giudice delle Indagini Preliminari.

“Ma, in effetti, l’Avvocato Difensore avrebbe ragione…”,
tentò di dire il Pubblico Ministero.
“In effetti…”,
aggiunse il Procuratore Capo.

“La vita è un bene sacro e indisponibile”,
strepitò il Giudice delle Indagini Preliminari.
“Signor Giudice, mi compiaccio”,
disse l’Onorevole dell’Udc.

“E vabbe’, facciamo ‘sta figura di merda”,
disse il Procuratore Capo.
“Ma si era detto che la faceva il Giudice delle Indagini Preliminari?”,
chiese il Pubblico Ministero.

“Di che si tratta?”,
chiese il Giudice dell’Udienza Preliminare.
“579”,
rispose il Fascicolo.

“Imbottito di morfina, vero?”,
chiese il Giudice dell’Udienza Preliminare.
“Non da ucciderlo, solo da non fargli fare una morte da cane”,
rispose il Referto dell’Autopsia.

“Dunque è morto perché gli è stato staccato il respiratore?”,
chiese il Giudice dell’Udienza Preliminare.
“Lo detestava, quel coso. Chiedeva da mesi che glielo staccassimo”,
rispose Mina Welby.

“Prove che lo detestasse?”,
chiese il Giudice dell’Udienza Preliminare.
“Ci sarebbe questa lettera al Presidente della Repubblica, per esempio…”,
rispose l’Avvocato Difensore.

“Be’, mi pare chiaro: non ci sono gli estremi di un 579…”,
pensò il Giudice dell’Udienza Preliminare.
“Noi chiediamo il non luogo a procedere”,
disse l’Avvocato Difensore.

“Sì, archiviamo”,
concluse il Giudice dell’Udienza Preliminare.
“Gesù!”,
esclamò l’Onorevole dell’Udc.

Dal blog www.malvino.ilcannocchiale.it
Grazie, Luigi!

Pubblicato il 21/10/2007 alle 17.33 nella rubrica POESIE .

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web