Blog: http://Calibano.ilcannocchiale.it

Lasciatemi andare, ora



 Lasciatemi andare, ora
(a P.Giorgio Welby)
di Paola Zanoia

Nemmeno questa
rabbia furiosa
basta a muovere il mio braccio
per spegnere
quel respiro meccanico
nell'inutile mio tempo.

Nel corpo fermo
l'anima brucia
come i miei occhi di brace
stanchi di chiedere intorno.

Non sono io quell'ombra nel letto
così immobile nell'urlo continuo
del dolore.

Io sono altrove
a cercare la quiete,
l'inizio e la fine
dell'essere uomo.

Lasciatemi andare,ora
di tutto quel che ho perso
rivoglio solo
la mia libertà.
(Questa poesia è stata scritta prima della morte di Piergiorgio)

Pubblicato il 11/2/2008 alle 18.59 nella rubrica POESIE .

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web