Blog: http://Calibano.ilcannocchiale.it

Testamento biologico

Marino: Una legge che cancella la libertà di scelta (VIDEO)

Come il fine vita è regolamentato nel mondo

Appello per la libertà di cura, 250 mila adesioni

da Micromega
--------------------------------------------------------------------------------------

IDEE PER L’ISTITUZIONE DEL REGISTRO COMUNALE DEI TESTAMENTI BIOLOGICI
Incontro pubblico
Municipio di Nettuno - Sala consiliare
10 marzo ore 17

Incontro pubblico per pesentare il progetto di istituzione di un registro comunale dei testamenti biologici.


Ingresso libero

“su se stesso, sulla propria mente e sul proprio corpo
l’individuo è sovrano”
John Stuart Mill

“la libertà personale è inviolabile”
art. 13 della Costituzione italiana

“Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario
se non per disposizione di legge.
La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto
della persona umana”
art. 32 comma 2 della Costituzione italiana

Il furioso dibattito pubblico che si è aperto con il caso di Eluana
Englaro e la rovente polemica che si è immediatamente accesa con
l’avvio dei lavori parlamentari sul disegno di legge che regolerà il
fine vita rendono necessaria una riflessione lucida, lontana dalle
strumentalizzazioni politiche e auspicabilmente libera da
condizionamenti emotivi. Gli straordinari dilemmi morali suscitati
dalle condizioni di fine vita non hanno colore politico. Allo stesso
modo, tuttavia, è evidente la necessità di riaffermare il principio
fondativo delle comunità liberali come la nostra, una idea banale:
laddove non rechi danno ad altri, la libertà personale va rispettata e
salvaguardata. Va rispettata e salvaguardata soprattutto nelle
condizioni le quali, come quelle di fine vita, compendiano
un’esistenza, ne ribadiscono e ne riassumono il senso più vero, intimo
e personale. Nessuno e in nome di nessun principio morale o dogma
religioso dovrebbe impedire nei casi di fine vita l’esecuzione di una
volontà, l’espressione di una libera scelta. Perché se la vita è sacra
altrettanto inviolabile è la libertà personale, dato che la privazione
dell’autonomia e la sopraffazione della volontà rendono una vita umana
non più tale.
Nella scelta libera si incarnano le differenza che rendono un uomo una
persona, che ne fanno la sua singolare essenza. Il rispetto delle
scelte di fine vita è quindi anche rispetto delle differenze. E il
rispetto delle differenze è il presupposto della convivenza civile,
come la garanzia dell’esistenza di una pluralità di concezioni sul
mondo è la principale condizione del progresso umano.
A proposito del tema delle condizioni di fine vita e dei passaggi
politici che possono essere intrapresi al fine di garantire il
rispetto della libera espressione delle dichiarazioni anticipate di
trattamento, l’Università civica “Andrea Sacchi” e il Comune di
Nettuno organizzano per il 10 marzo alle ore 17, presso la sala
consiliare del Municipio di Nettuno, un incontro pubblico in cui verrà
presentato il progetto di istituzione di un registro comunale dei
testamenti biologici.
Interverranno:
Alessio Chiavetta, Sindaco di Nettuno
Roberto Alicandri, consigliere comunale di Nettuno
Dandolo Conti, consigliere comunale di Nettuno
Chiara Lalli, docente di Bioetica, Università degli Studi di Roma “La sapienza”
Stefano Canali, docente di Bioetica e storia della medicina, Scuola
Internazionale di Studi Superiori Avanzati – SISSA –Trieste
Mina Welby, promotrice della delibera di iniziativa popolare per
l’istituzione del registro dei testamenti biologici presso il Comune
di Roma

Nettuno, 1/3/2009

Il Presidente dell’Università Civica
Stefano Canali

---------------------------------------------------------------

COMUNICATO STAMPA
La Campania unica regione d´Italia con 4 comuni di 4 province che hanno istituito il registro comunale dei testamenti Biologici.

Il giorno 9 Marzo, ore 11, presso Spazio Donna, Piazza Ferrovia:
Presentazione Registri comunali e  Firma dei testamenti biologici e attivazione del registro comunale delle dichiarazioni di volontà.
 
L ´associazione  Onlus Gli Amici di Eleonora, il mese scorso, ha formalizzato a tutti i Sindaci della Regione Campania, la richiesta di istituzione del registro comunale delle dichiarazioni anticipate di volontà, per rendere più democratica ed accessibile la possibilità dei cittadini di sottoscrivere il loro testamento etico.
La Cellula Coscioni di Salerno con i dirigenti, ha sollecitato anch´essa alcuni Sindaci Campani al fine di istituire i registri comunali per il testamento biologico.
Congiuntamente, in considerazione degli sviluppi del dibattito parlamentare sul testamento etico, e partecipando al dibattito politico legislativo sul testamento biologico con l `íniziativa Senatori per 2 ore lanciata dai Deputati radicali nel PD, saranno presentate le prime dichiarazioni anticipate di volontà,al fine di  sollecitare  sostanziali modifiche alla proposta di legge Calabrò.
 Grazie all´Associazione Amici di Eleonora e alla Cellula Coscioni di Salerno con i suoi dirigenti ad oggi e stata già deliberata l’istituzione del registro comunale nei seguenti Comuni:  Conza della Campania (AV), Curti ( CE), Quarto di Napoli (NA),Torre Orsaia (SA).
Nella iniziativa pubblica di presentazione, firmeranno i loro testamenti biologici, tra gli altri:
-         Margherita Rocco, Claudio Lunghini e Lorenzo Forte dell’Associazione Gli Amici di Eleonora;
-         Filomena Gallo, Vicepresidente Nazionale dell´Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica;
-         Mariangela Perelli e Michele Capano Presidente e Consigliere dell´Associazione Coscioni di Salerno;
-         Filippo Vettone responsabile dei radicali di Curti e Caserta;
I testamenti etici verranno firmati alla presenza dell’Assessore Provinciale alla Qualità della Vita, Prof. Pierangelo Cardalesi, che, fungendo da Pubblico Ufficiale, autenticherà le firme.
 
Le dichiarazioni anticipate di volontà, verranno poi consegnati al Sindaco di Torre Orsaia, Dott.ssa Giuseppa Vairo, che provvederà a registrarli nell’albo comunale appena istituito con apposita delibera della Giunta Comunale.
Copia del testamento etico registrato sarà altresì inviato ai Comuni di residenza dei singoli firmatari,alle A.S.L. di competenza territoriale e al Ministero della Salute.
 L’iniziativa si è svolta:
LUNEDI’ 9 MARZO 2009 - ore 11,00, presso la sede “Spazio donna”, in piazza Ferrovia Salerno.
Alla cerimonia erano presenti :
Mina Welby, Dirigente Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica;
Filomena Gallo, Vice segretario Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica;
Pierangelo Cardalesi, Assessore Qualità della Vita della Provincia di Salerno;
Michele Ragosta, Consigliere Regionale;
Giuseppa Vairo, Sindaco di Torre Orsaia;
Margherita Rocco, presidente dell’Associazione Amici di Eleonora;
Claudio Lunghini, segretario dell’Associazione Amici di Eleonora e della Cellula Luca Coscioni Salerno;
Michele Capano, Direzione Radicali Italiani, Coordinatore Cellula Coscioni Salerno;
Mariangela Perelli, Presidente Cellula Coscioni Salerno
 

Pubblicato il 10/3/2009 alle 7.41 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web