Blog: http://Calibano.ilcannocchiale.it

Ocean terminal a Catania

E' stato molto bello riincontrare gli amici di Catania.
La recensione di Eduardo Melfi ha portato una nota nuova nell'interpretazione del libro. Il professore aveva intuito che Piero conosceva Ovidio. L'episodio di Ateone, sbranato dai propri cani come punizione per aver guardato Diana, mentre si bagnava nelle acque limpide dello stagno, ha lasciato tracce anche nella descrizione dei cani che sbranano il corpo di Piero nel racconto surreale di apertura del libro. Anche lui descrive minuziosamente il loro carattere.

Riflettendo di più, non avrà anche interpretato l'aggressione dei vari animali come punizione da parte del destino, o di un essere misterioso, invidioso dell'intelligenza dell'uomo e che punisce il genere umano perchè curioso e in ricerca di conoscenza?

 

 

Pubblicato il 24/7/2010 alle 23.47 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web