Blog: http://Calibano.ilcannocchiale.it

20 SETTEMBRE 2013



Il segretario di Radicali Italiani, Mario Staderini, intervistato da Radio Radicale a proposito della mancanza, oggi, della tradizionale manifestazione dei radicali a Porta Pia per celebrare il 20 settembre.
"Oggi i radicali sono in parte in un garage, a controllare le firme che arrivano a Roma sui 12 referendum. In parte a organizzare tavoli per raccogliere altre firme. E in parte in giro per l'Italia, a fare tavoli per raccoglierle e controllarle, le firme. Purtroppo non abbiamo la forza fisica per riuscire ad organizzare una manifestazione adeguata come abbiamo fatto in passato", ha spiegato Staderini.
"Quando arrivò Bergoglio dissi che la vera sfida per questo papato era la liberazione della Chiesa dal potere temporale. Dunque mettere in discussione l'assetto attuale dello Stato città del Vaticano, e riconvertire l'immenso patrimonio immobiliare e finanziario, per liberare la chiesa cattolica e noi stessi da quella svolta affaristica che ha caratterizzato gli ultimi decenni. Il modo migliore per celebrare questo 20 settembre è quello di firmare i referendum, a partire da quello che riguarda le quote non espresse dell'8 per mille, che oggi vanno in gran parte alla chiesa cattolica. Quest'anno la Conferenza Episcopale ha preso 1 miliardo e 200 milioni di euro per l'8 per mille, mentre lo Stato ha abbassato allo 0,13 per cento del Pil il sostegno ai paesi in via di sviluppo. Lo vorrei ricordare da una parte al Presidente del consiglio Letta e a chi nomina il presidente della Cei, cioé a Papa Francesco", ha concluso.

Pubblicato il 20/9/2013 alle 10.55 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web