Blog: http://Calibano.ilcannocchiale.it

QUATTRO PROGETTI DI LEGGE PER L'EUTANASIA

A quando in Italia?

Il Bundestag della Repubblica Federale Tedesca proibisce un'eutanasia “professionale remunerata”. Il nascere di associazioni di professione per il suicidio assistito costringono (zwingen, sic!) il legislatore a reagire. La discussione di quasi un anno dei deputati del Bundestag verte se e quali leggi emanare per inquadrare una morte dignitosa e prevenire sviluppi negativi.
Il Presidente del Bundestag Lammert parla del progetto legislativo più impegnativo di questo periodo della legislatura.
Ne furono redatti quattro progetti di legge.
Il primo PdL è vincente alla terza lettura con 360 voti a favore, 233 contrari, 9 astenuti

In prima lettura la situazione fu la seguente
Primo PdL
con 309 voti, dei gruppi CDU (Michael Brand) e SPD (Kerstin Griese)
Scopo: penalizzare il suicidio assistito come atto ripetuto nel tempo, cioè il suicidio assistito “professionale commerciale”. (Riguarda ad esempio offerte come quella dell'associazione “Sterbehilfe Deutschland” di Roger Kusch, che in Germania saranno proibite).
Grado di pena: 3 anni di detenzione o pena pecuniaria.
Diritti dei pazienti e dei congiunti: l'aiuto al suicidio nel caso singolo deve rimanere esente di pena. Una incriminazione in questo senso deve essere espunto dal codice penale.
Diritti dei medici: assistenza al suicidio ripetuto a progetto è proibito e passibile di pena. Su questo punto esperti legali osservano possibili problemi per medici palliativisti negli hospice e medici in reparti intensivi. Per il loro incarico sono “attivi professionali”. Quali delle loro azioni vengano interpretate come assistenza al suicidio e, in base alla loro attività ripetuta nel tempo e possano essere ritenute passibili di pena, su questo, ad esempio si interroga il servizio scientifico del Bundestag. (mio commento: questo servizio è una specie del nostro Comitato Nazionale di Bioetica?)
Obiettivo: non si creino offerte di servizio, non sopravvengano effetti di assuefazione, né di normalizzazione sociale del suicidio assistito. (mio commento: quindi continuiamo a nasconderlo!)
Conseguenza sperata: Senza offerte commerciali di suicidio assistito diminuisce il numero di suicidi e la pressione di dover intraprendere qualcosa, per “non essere di peso ad altri”. (mio commento: quindi ammazzatevi come volete , ma non chiedete nulla agli altri).
Sostenitori: 216 deputati CDU e SPD, la Cancelliera Angela Merkel, il Vicecancelliere Sigmar Gabriel (SPD), il Ministro Affari Esteri (SPD), Ministro della Salute. I capi gruppo dell'SPD e dei Gruenen sostengono in una lettera comune questo PdL.




Pubblicato il 12/11/2015 alle 17.44 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web